Collegamenti
Minimize
 La Giornata delle Marche
Minimize

Origini

 
La Giornata delle Marche ha una sua data di nascita precisa: domenica 3 luglio 2005 ore 16.
 
Tutto accadde in Argentina, un paese dove si è concentrata maggiormente l’emigrazione dei nostri corregionali tra l’800 ed il 900. Raccolte in due Federazioni, sono quaranta le associazioni riconosciute ed attive nel territorio.
 
In quell'occasione è nata l’idea che la Regione Marche si facesse promotrice di un'iniziativa: dedicare, un giorno dell’anno, ai festeggiamenti della “marchigianità”. Come data fu scelta il 10 dicembre, il giorno in cui abitualmente ed in ogni parte del mondo, i nostri residenti all’estero si ritrovano per la solennità della Madonna di Loreto, riconosciuta universalmente come riferimento ideale e spirituale della propria terra e delle proprie origini.
 
L’idea, proposta al Consiglio Regionale, fu trasformata ben presto in legge regionale, la n. 26 del 1 dicembre 2005.
 
Il principio su cui si incardina la legge è quello di contribuire alla conoscenza ed al rafforzamento del concetto di appartenenza alla comunità regionale. Una regione di modeste dimensioni la nostra, che, sempre più, a partire dai suoi valori, dalla sua cultura, dal suo operare, si è “allargata” e aperta al mondo.
 

Senso della Giornata

 
La Giornata delle Marche si ripropone quindi come uno straordinario momento di condivisione, di riflessione e di rilancio della nostra presenza in Italia e nel mondo.
 
Una regione, le Marche, importante nel contesto nazionale ed internazionale se considerata globalmente: la nostra popolazione si raddoppia se consideriamo anche i marchigiani che vivono “altrove”, persone che con noi hanno mantenuto un rapporto fecondo; tanti, vogliono riallacciarlo e viverlo questo rapporto, perché lo sentono come significativo nella loro quotidiana identità e ne avvertono la mancanza.
 

Precedenti edizioni

Tema e assegnazione del Picchio D'oro

 
Ogni anno è scelto un tema, una comunità all’estero, una città del paese per i festeggiamenti ed una città della regione Marche. Ad ogni edizione viene inoltre assegnato il premio “Picchio d’oro”, riconoscimento ai corregionali che si sono distinti nei rispettivi settori professionali.
 
2005 tema: "Le Marche nel mondo"; comunità: Argentina (Buenos Aires); città: Jesi. Il “Picchio d’oro” è stato attribuito a Luisa Gregori, ricercatrice dell'Università del Maryland a Baltimora e jesina di nascita.
 
2006 tema: "Le Marche e l’Europa, l’emigrazione ed il lavoro"; comunità: Belgio (Bruxelles); città: Pesaro. Il riconoscimento del Picchio d’oro è stato assegnato a Francesco Bellini, scienziato-imprenditore farmaceutico, emigrato a Montréal.
 
2007 tema: "'Giovani: cittadini delle Marche, cittadini del mondo"; comunità: Canada (Montreal); città: Ascoli Piceno. Il picchio d’oro 2007 è stato attribuito a Iginio Straffi, amministratore delegato della Rainbow s.p.a. che produce le fatine Winx.
 
2008 tema “Anziani: pieni di vita”, prevede un gemellaggio ideale tra la città di Sidney (Australia), con attività in programma a Luglio e la città di Fermo, protagonista della seconda parte dell'anno.
 
La formula della Giornata delle Marche non limita le proprie iniziative alla sola data di ricorrenza, il 10 dicembre.

 

Origini

 
La Giornata delle Marche ha una sua data di nascita precisa: domenica 3 luglio 2005 ore 16.
 
Tutto accadde in Argentina, un paese dove si è concentrata maggiormente l’emigrazione dei nostri corregionali tra l’800 ed il 900. Raccolte in due Federazioni, sono quaranta le associazioni riconosciute ed attive nel territorio.
 
In quell'occasione è nata l’idea che la Regione Marche si facesse promotrice di un'iniziativa: dedicare, un giorno dell’anno, ai festeggiamenti della “marchigianità”. Come data fu scelta il 10 dicembre, il giorno in cui abitualmente ed in ogni parte del mondo, i nostri residenti all’estero si ritrovano per la solennità della Madonna di Loreto, riconosciuta universalmente come riferimento ideale e spirituale della propria terra e delle proprie origini.
 
L’idea, proposta al Consiglio Regionale, fu trasformata ben presto in legge regionale, la n. 26 del 1 dicembre 2005.
 
Il principio su cui si incardina la legge è quello di contribuire alla conoscenza ed al rafforzamento del concetto di appartenenza alla comunità regionale. Una regione di modeste dimensioni la nostra, che, sempre più, a partire dai suoi valori, dalla sua cultura, dal suo operare, si è “allargata” e aperta al mondo.
 

Senso della Giornata

 
La Giornata delle Marche si ripropone quindi come uno straordinario momento di condivisione, di riflessione e di rilancio della nostra presenza in Italia e nel mondo.
 
Una regione, le Marche, importante nel contesto nazionale ed internazionale se considerata globalmente: la nostra popolazione si raddoppia se consideriamo anche i marchigiani che vivono “altrove”, persone che con noi hanno mantenuto un rapporto fecondo; tanti, vogliono riallacciarlo e viverlo questo rapporto, perché lo sentono come significativo nella loro quotidiana identità e ne avvertono la mancanza.
 

Precedenti edizioni

Tema e assegnazione del Picchio D'oro

 
Ogni anno è scelto un tema, una comunità all’estero, una città del paese per i festeggiamenti ed una città della regione Marche. Ad ogni edizione viene inoltre assegnato il premio “Picchio d’oro”, riconoscimento ai corregionali che si sono distinti nei rispettivi settori professionali.
 
2005 tema: "Le Marche nel mondo"; comunità: Argentina (Buenos Aires); città: Jesi. Il “Picchio d’oro” è stato attribuito a Luisa Gregori, ricercatrice dell'Università del Maryland a Baltimora e jesina di nascita.
 
2006 tema: "Le Marche e l’Europa, l’emigrazione ed il lavoro"; comunità: Belgio (Bruxelles); città: Pesaro. Il riconoscimento del Picchio d’oro è stato assegnato a Francesco Bellini, scienziato-imprenditore farmaceutico, emigrato a Montréal.
 
2007 tema: "'Giovani: cittadini delle Marche, cittadini del mondo"; comunità: Canada (Montreal); città: Ascoli Piceno. Il picchio d’oro 2007 è stato attribuito a Iginio Straffi, amministratore delegato della Rainbow s.p.a. che produce le fatine Winx.
 
2008 tema “Anziani: pieni di vita”, prevede un gemellaggio ideale tra la città di Sidney (Australia), con attività in programma a Luglio e la città di Fermo, protagonista della seconda parte dell'anno.
 
La formula della Giornata delle Marche non limita le proprie iniziative alla sola data di ricorrenza, il 10 dicembre.

 

 Download
Minimize
 Storyboard
Minimize
 Temi
Minimize
 Picchio d'oro
Minimize

Copyright 2009 Regione Marche
Privacy StatementTerms Of Use